On Air
Libri Da Viaggio
Home

Japan

31 marzo 2017 16 Culture


Cari amici, spero di non avervi lanciato una voglia pazzesca di sushi se siete degli amanti del giapponese, o avervi disgustato solamente sentendo quella parola! Ma a tal proposito volevo parlare proprio di cibo (no, non lo faccio proprio mai..).
Molti associano la cucina giapponese al sushi e al sashimi, credendo che i giapponesi mangino tutti i giorni pesce crudo. Niente di più sbagliato. E’ vero che il pesce è l’ingrediente principale, ma esistono tantissimi altri ingredienti. Per esempio sapevate che esiste un piatto simile alla nostra pizza? Ovviamente non lo sto paragonando perchè LA PIZZA è sacra, ma esiste questa specie di frittatona dove puoi metterci dentro di tutto. Infatti okonomiyaki significa “okonomy”=ció che vuoi e “yaki”=alla griglia. Questo piatto dunque viene cucinato su di una piastra calda. Si possono trovare dei ristoranti dove è lo stesso cliente che si prepara sul proprio tavolo (con piastra annessa) l’okonomiyaki che preferisce. Dai una cosa pazzesca! Ma passiamo alle cose da secchioni e lasciamo che la fame ci travolga. Ci tenevo molto a parlarvi questa volta di arte, calligrafia e udite udite SPORT.
Prima di tutto la pittura è un’arte presente in Giappone da lungo tempo. Il pennello è lo strumento usato tradizionalmente per scrivere e il conseguente uso dello stesso come strumento degli artisti fu probabilmente un’evoluzione naturale direi. Come molti di voi sanno, la lingua giapponese scritta è tradizionalmente una calligrafia complicata eseguita con un pennello. Come in altri Paesi asiatici, l’interpretazione stessa del testo viene vista come un’arte a sé, così come il significato delle informazioni scritte.
La calligrafia viene considerata un’arte al pari della pittura e spesso si può arrivare a ripetere un singolo carattere centinaia di volte per ottenere l’effetto desiderato. L’arte della calligrafia è solitamente incomprensibile per la maggior parte degli occidentali. In effetti già è un miracolo se si riesce a capire quello che scrivo, figuriamoci se dovessi ripetere una lettera 100 volte, come si dice? CIAONE.
Sempre parlando di arte.. avete presente quella meravigliosa immagine di una “grande onda” che vediamo oramai ovunque? Ecco, è realizzata dal pittore Hokusai utilizzando lo stile “ukiyo-e”. Questo è un genere di stampa che usa blocchi di legno.
La grande popolarità degli “ukiyo-e” ne fece un’arte riconosciuta tra quelle tradizionali giapponesi, con conseguente influenza negli stili dei moderni spot pubblicitari, cartelloni e altre arti.. Tipo le cover. Se facciamo un salto e apriamo un’altra finestrella scopriremmo che tra gli sport praticati a livello professionale nel Giappone moderno si trovano quelli tradizionali come kendo, karate, judo e sumo che per me cari miei sono la stessa identica cosa!!! Tanto sempre ci si picchia. Cooomunque, non posso non menzionare lui, il piú famoso, quello in cui perennemente tutti perderanno: “Tennistavolo” o come lo chiamo io ping pong. Sappiamo tutti che i Giapponesi sono dei mostri, quindi se vi trovaste contro un vostro amico Giapponese a giocare dategliela vinta per evitare figure di .. Avete capito. Sappiamo che questa cultura ha certamente subito l’influenza dell’occidente anche perchè si praticano sport come il calcio e il baseball a livello mondiale, maa cosa significa “baseball”? “Lo scopriremo solo vivendooooo” ; no scherzo lo capiremo nella prossima puntata! Con questo spunto vi lascio e vi mando un enorme saluto dalla capitale!


Share