On Air
Non-Stop Music
Home

Cina

23 marzo 2017 16 Culture Radio16


Buonsalve amici! Vi starete chiedendo che parola strana ho scritto l’ultima volta salutandovi, bhe allora ecco svelato tutto.. CINA. Km e tante differenze ci dividono, ma se ci fate caso entrambi siamo affascinati l’uno dall’altro (per dire, vedo cinesi a Roma da novembre a luglio perennemente con le loro macchinete fotografiche che appena vedono qualcosa che puó sembrare artisticamente rilevante: click!).

Potrei iniziare dicendovi che sì, il popolo cinese è famoso per la sua puntualità e precisione (cosa che noi italiani.. Ehm..) ma andiamo oltre.
La Cina è effettivamente secondo molti 30 volte l’Italia e con una splendida polopazione di un miliardo e trecento milioni di abitanti; ommiodio occhi a mandorla ovunque! In effetti se doveste intraprendere un unico viaggio per poterla visitare sarebbe impossibile anche perchè la capitale Pechino, e le altre due città piú importanti quali Hong Kong e Shanghai, non sono cosi immediate da girare.
Ma questa capitale che cos’ha di speciale?
Bhe ovviamente la Città Proibita, costruita tra il 1406 e il 1420. Composta da 980 edifici divisi in 8870 camere. In effetti possiamo definirlo il più grande palazzo del mondo.
Quanto mi piacerebbe vivere nel lusso! Ma torniamo alla realtà.. Esplorarla richiede giorni vista la sua vastità quindi perchè non iniziamo a parlare di feste? In effetti poco tempo fa si è festeggiato il famoso capodanno cinese, non troppo diverso dal nostro e a parere mio molto particolare.
Proprio perchè si festeggia tra il 21 gennaio e il 19 febbraio, viene anche chiamata “festa di Primavera”.
Le festività per il nuovo anno hanno luogo in un lasso di tempo di due settimane consecutive; la festa vera e propria inizia dalla sera della vigilia, in cui si consuma un banchetto in famiglia, e termina la sera del quindicesimo giorno con.. Avete presente le lanterne che lanciamo d’estate e che puntualmente o non si accendono oppure vanno a finire sopra qualche albero? Bene, “La festa delle lanterne” corrisponde al 15esimo giorno del primo mese lunare, ed è la prima grande festività dopo il capodanno cinese.
Il nome deriva dall’usanza di accendere un gran numero di lanterne durante le ore notturne.
Questa giornata è conosciuta anche con il nome di Festa Yuanxiao, perché è usanza consumare delle palline di riso con ripieni di vario tipo che si chiamano, appunto, yuanxiao. Grazie alle varie e colorate attività che la caratterizzano, questa festa è una delle più belle e divertenti del calendario cinese ed è ovviamente un giorno per potere ammirare la luna piena (ecco che partono mille foto artistiche alla luna).
Che dire ci sarebbero altre milioni di cose da dire come ogni posto nel mondo, ma la voglia di scoprire deve anche essere la vostra!
Ora vediamo se il giapponese che mangeró domani sarà come quello che proveremo a vedere la prossima volta!
Federica Spinelli

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *